AREA 3 – Preparazione della comunità e risposta a emergenze e disastri

IL SISTEMA DI PREPARAZIONE E RISPOSTA AI DISASTRI

La Croce Rossa si adopera per garantire un’efficace e tempestiva risposta alle emergenze nazionali ed internazionali, attraverso la preparazione delle comunità e lo sviluppo di un meccanismo di risposta ai disastri altrettanto efficace e tempestivo basato sulla formazione e sulle capacità dei suoi volontari. La gestione efficace delle emergenze e dei disastri inizia con la preparazione ad un’azione condotta da volontari e staff ben organizzati  ed addestrati, nonché  con  la  pianificazione  ed  implementazione  di attività volte a ridurre il rischio di disastri ed emergenze, anche incoraggiando l’adozione di misure comportamentali, ed a ridurre la vulnerabilità delle comunità.

Si è soliti pensare che il settore protezione civile, o meglio l’area che si occupa di preparazione e risposta ai disastri, rappresenti una parte della Croce Rossa. Invece è bene sottolineare che in caso di disastro o di emergenza in genere è tutta la Croce Rossa che risponde per far fronte all’emergenza: quindi non è corretto pensare che la protezione civile è una parte della Croce Rossa, mentre è forse più corretto affermare che la Croce Rossa, nella sua interezza, fa parte della protezione civile.

IL MAGAZZINO LOCALE DI PROTEZIONE CIVILE

Naturalmente deve esistere all’interno dell’organizzazione  della CRI una struttura organizzativa che si curi che in ogni momento sia possibile attivarsi per far fronte efficacemente ad una situazione straordinaria, grazie alla capacità di mobilitare prontamente tutte le risorse umane e materiali necessarie, assicurando la capacitá di coordinarsi al meglio con tutti i soggetti coinvolti. L’area strategica III ha proprio il compito di assicurare che ció sia sempre possibile.

Il personale volontario e dipendente del Comitato assicura supporto logistico a tutte le altre attività CRI e cura il magazzino dove sono depositati i materiali e le attrezzature indispensabili per gli interventi di Protezione Civile. I volontari eseguono controlli e manutenzioni alle dotazioni per assicurarne sempre un pronto impiego in caso di emergenza o necessità.

PREPARAZIONE E CAPACITA‘ DI RISPOSTA AI DISASTRI

Per essere preparati di fronte alle emergenze è necessario svolgere un continuo lavoro, volto alla formazione del personale, alla pianificazione degli interventi, alla cura, sviluppo e miglioramento delle dotazioni, ed al perfezionamento della collaborazione, sia con gli enti ed organizzazioni provinciali, che nell’ambito del sistema nazionale di risposta ai disastri CRI.

La formazione ricopre un ruolo importante, sia come strumento per coltivare le suddette collaborazioni, sia per il sempre maggiore coinvolgimento dei volontari CRI, finalizzato a sviluppare le capacità e particolarità dei singoli. La formazione copre sia i profili generali previsti dai programmi nazionali CRI di formazione, sia affronta temi specifici tra cui la sicurezza degli operatori, con corsi di formazione per addetti antincendio, per conduttori di carrelli elevatori, corsi di guida sicura, e altri corsi di specializzazione. Lo sviluppo infine di procedure, piani e meccanismi efficaci per il reperimento e l’impiego di risorse in caso di necessità ed il supporto ad iniziative per lo sviluppo di una maggiore cultura della sicurezza e l’aumento della resilienza nella popolazione risultano essere attività strategiche nell’Area 3.

I NOSTRI OBIETTIVI

  1. Ridurre la vulnerabilità delle comunità di fronte alle calamità, attraverso la formazione e la preparazione, favorendo la   cultura dell’autoresponsabilizzazione, della sicurezza di protezione civile nella popolazione, collaborando con le istituzioni e le altre aree strategiche di CRI nello sviluppo di iniziative con questo
  2. Rendere la capacità di risposta della Croce Rossa Comitato di Fauglia, sia nell’ambito del sistema intercomunale di protezione civile che del meccanismo nazionale CRI di risposta ai disastri, sempre più efficace ed efficiente, attraverso un’attenta attività di pianificazione, la cura di dotazioni e strumenti, la formazione e l’addestramento del personale.

I commenti sono chiusi